Skin ADV
Perugia Turismo

Castello di Bagnara

Strada della Bruna, 8 - Solfagnano

Borghi e Castelli

Il Castello di Bagnara è sito al centro della Tenuta di Bagnara, antica azienda agricola e riserva naturale di 590 ettari, posta sulla Media Valle del Tevere umbra, pochi chilometri a nord di Perugia.

E' costituito da un nucleo di costruzioni realizzate a partire dal XI sec., iniziato con la realizzazione di un fabbricato destinato a dimora con stanze voltate a crociera e munito, nella parte lunga, di una torretta quadrata. In seguito si aggiunse anche un mulino in pietra. Nel XIV sec., alla struttura esistente, vennero aggiunti una torre-palazzo rotonda e quindi, alla fine del XV sec., il Palazzo di Bagnara, costruzione a tre piani con un’ampia scala elicoidale ricavata all'interno di una seconda torre più piccola.

All'esterno del palazzo si trova una cappellina del XVII sec. dedicata a San Carlo Borromeo e tuttora consacrata. Il castello dispone anche di un parco monumentale di circa 1 ettaro con giardino all'italiana e grande piscina. Dal 1901, il maniero è residenza privata dei conti Giunta-Tremi, pronipoti di Napoleone Bonaparte.

Il Castello fa parte del circuito SpoSi a Perugia.

Orario di apertura: 
sabato mattina su prenotazione

Info e prenotazioni visite: Tel. 075 5792001
email: info@letorridibagnara.it 
sito: www.letorridibagnara.it

bk-news
Perugia Capitale
  • Visita Perugia e i suoi musei ! Un biglietto unico al costo di soli 13 euro permette l’ingresso all’interno di cinque musei cittadini nei quali sono conservate opere di Pietro Vannucci detto il Perugino e di altri grandi artisti. Il biglietto unico è acquistabile a partire dal 12 aprile 2022 presso le biglietterie di tutti e cinque i musei ed è pensato per favorire una fruizione autonoma degli stessi, in un percorso che sarà lo stesso visitatore a costruire, grazie anche alle informazioni di approfondimento accessibili tramite la scansione di QR code.

  • Il nuovo video punta i riflettori sugli affreschi della Chiesa di San Bevignate recentemente restaurati e descritti dal Dott. Giovanni Luca Delogu, Funzionario Storico dell'Arte della Soprintendenza.
  • Diventa anche tu un mecenate a favore del patrimonio culturale.