Skin ADV
Perugia Turismo

Montepetriolo

Borghi e castelli

Il castello di Montepetriolo è situato a sud-ovest di Perugia su un colle che sorge sulla valle del Nestore.

Le prime notizie certe risalgono al XII secolo, quando il castrum montis petrioli viene citato nel “Diploma Imperiale” del 1163, di Federico Barbarossa.

Ulteriori testimonianze si ritrovano intorno al 1260, quando il castello compare tra i territori del contado del rione perugino di Porta S. Susanna, anche se nel XIV sec. passò definitivamente al contado di Porta Eburnea.

Il castello presenta una pianta ellissoidale ed è strutturato secondo uno schema a spirale, espandendosi in una triplice cerchia di vie e di abitazioni. Originariamente aveva una decina di torri, di cui oggi ne rimangono sette.

Le due chiese parrocchiali di Santo Stefano e San Lorenzo, sorte rispettivamente all'interno e all'esterno della cerchia muraria, risalgono al XIV sec. S. Lorenzo, oggi sconsacrata, ha ceduto titolo e beni a Santo Stefano, che però è inagibile in seguito al terremoto del 2010. La torre campanaria, staccata dalla chiesa, è decorata con bifore e da una merlatura con mattoncini rossi.

Fuori la cinta muraria è la Madonna delle Grazie del XV sec., tipica chiesa campestre sorta attorno ad un’edicola mariana con l’affresco votivo, oggi posto presso l’altare maggiore. All’esterno si presenta con una semplice facciata a capanna, preceduta da un portico coperto da una travatura in legno. L’interno ha la volta a botte lunettata, le pareti sono riccamente decorate da tre altari e da vari affreschi votivi ispirati al culto mariano e ai santi protettori del lavoro agricolo.

bk-news
Perugia Capitale
  • Visita Perugia e i suoi musei ! Un biglietto unico al costo di soli 13 euro permette l’ingresso all’interno di cinque musei cittadini nei quali sono conservate opere di Pietro Vannucci detto il Perugino e di altri grandi artisti. Il biglietto unico è acquistabile a partire dal 12 aprile 2022 presso le biglietterie di tutti e cinque i musei ed è pensato per favorire una fruizione autonoma degli stessi, in un percorso che sarà lo stesso visitatore a costruire, grazie anche alle informazioni di approfondimento accessibili tramite la scansione di QR code.

  • Il nuovo video punta i riflettori sugli affreschi della Chiesa di San Bevignate recentemente restaurati e descritti dal Dott. Giovanni Luca Delogu, Funzionario Storico dell'Arte della Soprintendenza.
  • Diventa anche tu un mecenate a favore del patrimonio culturale.