Perugia Turismo

Pieve del Vescovo

Via Bonciari, Località Migiana di Corciano - Corciano

Per 4 secoli residenza estiva dei Vescovi di Perugia 

Edificio fortificato dalla struttura imponente, sorge su un colle sopra la valle del torrente Caina. Nel corso della sua storia quasi millenaria il sito ha assolto funzioni religiose, militari e residenziali, ognuna delle quali ha lasciato tracce stratificate nella sua architettura e nell’apparato decorativo.

Le prime fonti archivistiche risalgono al 1206, quando una bolla papale  di Innocenzo III attesta la Plebs Sancti Johannis, la Pieve intitolata a San Giovanni, sotto la giurisdizione del Vescovo di Perugia.

Nel 1560 il cardinale Fulvio I Della Corgna (nipote del pontefice Giulio III) trasformò il castello in residenza tardo rinascimentale, commissionando ad artisti manieristi  la decorazione pittorica e plastica delle sale e del cortile d’onore del castello. Furono creati dei giardini pensili, con scale di accesso monumentali, la peschiera, le grotte con giochi d’acqua secondo il gusto del tempo.

La  funzione di residenza estiva dei Vescovi perugini, che erano soliti trasferirvisi il giorno precedente la festa di San Giovanni, continuò fino al secolo scorso (1923). Alla fine del Novecento, il complesso ha vissuto un periodo di degrado, a seguito anche del secondo conflitto mondiale in cui divenne base dell’esercito tedesco.

Dal 1999 la Diocesi lo ha affidato alla  Scuola  Edile di Perugia (oggi CESF) che ne ha fatto il suo cantiere didattico e ne ha curato il restauro. Finalmente riaperto, il Castello di Pieve del Vescovo è fruibile su prenotazione contattando il CESF.

Info e prenotazioni visite: Centro Edile per la Sicurezza e la Formazione - CESF, Scuola Edile di Perugia Tel. 075 5059480 

bk-news
Perugia Capitale