Skin ADV
Perugia Turismo

Torta al testo

Si tratta di una torta salata che tradizionalmente sostituiva il pane nelle nostre campagne perché economica e facile da preparare. 

Si chiama Torta al testo perché viene cotta sul ”testo”, realizzato con cemento, o terra refrattaria (oggi anche in metallo) che viene scaldato a contatto con le fonti di calore; meglio sul focolare, secondo l’antica tradizione, ricoperto di cenere e brace, ma oggi viene anche cotta sulla fiamma del gas o in forno.

Può essere farcita a piacere con salumi, formaggi, erbe o carni. E' ancora oggi uno dei piatti ricorrenti nelle varie sagre paesane che si svolgono nel nostro territorio. Viene chiamata differentemente torta al testo nel Perugino, crescia nell’Eugubino, ciaccia nell’Alto Tevere.

Ricetta
(Boini Rita, La cucina umbra: sapori di un tempo, Calzetti Mariucci, 1998)

Persone: n.d.

Ingredienti:
500 gr di farina, 1 pizzico di bicarbonato, 1 pizzico di sale, acqua.

Preparazione:
Per preparare la torta al testo è necessario: versare la farina a fontana sulla spianatoia, unire con un pizzico di sale e uno di bicarbonato ed acqua in quantità sufficienti ad ottenere un impasto consistente, ma morbido. Ricavarne un disco dello stesso diametro del testo che va successivamente bucherellato con i rebbi di una forchetta. Riscaldare il testo sulla fiamma del gas e quando è caldo gettare una manciata di farina sulla superficie. Allorché diventerà scura, ma senza bruciare, il testo sarà pronto. Disporre la torta e farla cuocere da entrambi i lati e servirla ancora calda. 

bk-news
Perugia Capitale
  • La Galleria Fiaf Perugia indice un contest fotografico gratuito sul concept: “Selve oscure-Le rime della Divina Commedia in fotografia” aperto a tutti gli iscritti FIAF. Scadenza 14 settembre 2021


  • Strumento per rendere fruibile anche ai non vedenti una parte significativa del centro storico