Perugia Turismo

Palazzo Donini

Piazza Italia, 96

Con Mostra permanente di Salvatore Fiume

Palazzo Donini, edificato dal 1716 al 1724, si ispira allo stile cinquecentesco toscano. Nel XIX sec. il palazzo fu venduto da Pierluigi Donini al Comune di Perugia. Nel 1819 accolse il principe austriaco di Metternich. Il palazzo fu sede della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia. Attualmente è sede della Presidenza della Giunta regionale.

Tra il 1745 ed il 1750, l’interno venne riccamente decorato dai migliori esponenti della cultura artistica perugina dell’epoca: Pietro Carattoli, Francesco Appiani, Anton Maria Garbi, Giuseppe Brizi, Giacinto Boccanera e Nicola Giuli.

Il piano nobile è affrescato con inquadrature prospettiche e soggetti di carattere mitologico. Nel salone d’onore Francesco Appiani dipinse Giove fulminante il cocchio dell’Orgoglio. Attiguo all’ex appartamento privato dei Donini è l’ex Cappella, decorata da stucchi e dipinti inquadrati in ardite prospettive architettoniche e da una tela dell'Appiani, raffigurante l’Incoronazione della Vergine. La sala del Caminetto, decorata da Pietro Carattoli e da Giacinto Boccanera appare come la più suggestiva del palazzo.

A piano terra si trova la sala Salvatore Fiume che ospita la mostra permanente delle opere dell’artista siciliano, donata da Bruno Buitoni.  

Orario di apertura: Palazzo Donini è visitabile solo con visite organizzate.
Per quanto riguarda la Mostra permanente di Salvatore Fiume, aperta il martedì (feriale) ore 17.00-19.00. Negli altri giorni (Lun-Ven), apertura solo su prenotazione (max 20 visitatori in contemporanea), da effettuare non oltre i due giorni precedenti la visita, ferma restando la disponibilità della sala. La modalità di richiesta di visita è accessibile al seguente indirizzo: www.regione.umbria.it/gestione-sale-di-palazzo-donini 

Accessibile ai disabili (ingresso Piazza Italia)

Info: Regione Umbria - tel. 075 5043522-3525 (portineria)
Sito: www.regione.umbria.it

bk-news
Perugia Capitale