Skin ADV
Perugia Turismo

Find your greatness per UrbanAct III

#Perugia ammessa alla seconda fase di FIND YOUR GREATNESS nell’ambito del programma europeo URBACT III. Continueremo così a lavorare al marchio “Perugia, città delle mura etrusche” nell'alveo di un progetto di branding urbano presentato in partenariato con le città di Alba Iulia (Romania), Braganca (Portogallo), Voru (Estonia), Wroklaw (Polonia), Candelaria (Spagna), Limerick (Irlanda) e Budapest (Ungheria).

Comune Informa / Comune di Perugia

PERUGIA AMMESSA ALLA SECONDA FASE DI FIND YOUR GREATNESS NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA URBACT III. SI LAVORERÀ AL BRAND “CITTÀ DELLE MURA ETRUSCHE”/ LA SODDISFAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Lo scorso 7 maggio, nell’ambito del programma europeo di cooperazione territoriale URBACT III, è stata ufficialmente approvata e finanziata la seconda fase di “FIND YOUR GREATNESS” il progetto europeo di branding urbano presentato dal Comune di Perugia in partenariato con le città di Alba Iulia (Romania), Braganca (Portogallo), Voru (Estonia), Wroklaw (Polonia), Candelaria (Spagna), Limerick (Irlanda) e Budapest (Ungheria).

Dopo mesi di lavoro, tra il settembre 2019 e il marzo 2020, Perugia si è guadagnata l’accesso alla seconda fase. L’ammissione alla seconda fase, che è stata finanziata con circa 100.000 euro, è stata oggetto di attenta valutazione. La proposta avanzata da Perugia ha convinto il Segretariato di URBACT e ora da qui al maggio 2022 si dovrà lavorare al riconoscimento del brand “Perugia, città delle mura etrusche”.

“L’obiettivo fin qui raggiunto è per l’Amministrazione Comunale motivo di grande soddisfazione” – afferma l’assessore alla cultura Leonardo Varasano – “Il lavoro fin qui fatto ed apprezzato dal Segretariato di URBACT è frutto di una collaborazione corale. Molti i debiti di gratitudine. Il primo grazie va alla responsabile p.o. europrogettazione, Stefania Papa, e a tutti i soggetti cittadini già coinvolti nella prima fase. Ora dovremo lavorare per portare a termine il progetto ed ottenere un altro traguardo importantissimo: l’ingresso di Perugia nella rete di cooperazione territoriale URBACT, motivo di prestigio e vantaggi concreti. L’Europa, come conferma il progetto intrapreso, può essere strumento prezioso di grandi opportunità”.

Perugia ha proposto, nell’ambito della prima fase del progetto, quale eccellenza identitaria da valorizzare per raccogliere la sfida, il patrimonio culturale delle mura etrusche, esempio più compiuto di fortificazione ellenistica d’Etruria. Le particolari soluzioni costruttive, che identificano quest’opera pubblica come un caso singolare per originalità e bellezza tra le “città murate” etrusche, sono messe in risalto dallo stretto rapporto ancora oggi esistente tra l’architettura della fortificazione e il contesto topografico. L’esempio di Perugia – e questo è stato uno degli elementi di forza del progetto - si caratterizza come la combinazione più completa di mura che assolvono una funzione difensiva congiuntamente ad un forte valore estetico.

Gli stakeholder coinvolti già durante la prima fase sono: Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria, Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri di Perugia, Galleria Nazionale dell'Umbria, MANU-Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, Associazione Radici di Pietra, Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, Associazione Pro Ponte, Club Unesco, Guide turistiche, Federalberghi, Consorzio Perugia in Centro, Tavolo delle associazioni del Centro storico, Munus Arts&Culture, Fondazione Ranieri di Sorbello, Fondazione Cassa di Risparmio, Festival del Medioevo.

Altri portatori di interesse si potranno aggiungere nella seconda fase.

La seconda fase che verterà principalmente in queste direzioni:

-rafforzare la percezione di Perugia come città storica, etrusca, educativa, internazionale, verde e moderna con un paesaggio ricco e diversificato;

-aumentare la consapevolezza e l'orgoglio dei cittadini riguardo alla ricchezza ed unicità del patrimonio architettonico, storico e culturale della città, contribuendo al rafforzamento dello spirito di comunità;

-stimolare l'imprenditorialità e l'organizzazione di eventi / festival per confermare la propria vocazione di città vivace ed ospitale;

-includere e utilizzare soluzioni digitali intelligenti nel marketing e nella comunicazione.

bk-news
Perugia Capitale