Skin ADV
Perugia Turismo

Dante e l’Umbria. Iconografia dantesca da Giotto ai tempi nostri

Mostra non visitabile → DPCM 02.03.2021
Museo civico di Palazzo della Penna, Via Podiani, 11

La mostra presenta una selezione di 30 opere d’arte a tema iconografico dantesco che ripercorrono l’immaginario artistico che nei secoli ha contraddistinto la figura dell’Alighieri. 

La mostra è suddivisa in tre sezioni: la prima, Il volto di Dante, ripercorre l’iconografia legata alla raffigurazione del poeta, attraverso le prime espressioni giottesche, ancora oggi visibili a Firenze, rispettivamente nella Cappella del Podestà al Bargello e nel Palazzo dell'Arte dei Giudici e Notai, passando attraverso Raffaello, Michelangelo, Signorelli e giungendo ai recenti studi scientifici sulle ricostruzioni anatomiche del vero volto di Dante; la seconda,

L’immaginario della Divina Commedia, affronta l’opera dantesca come inesauribile fonte d’ispirazione per numerosi artisti che si sono confrontati con la visionarietà del testo poetico; la terza riguarda Gerardo Dottori e il Futurismo ed è collocata direttamente nel museo dedicato all’artista perugino e prende in esame i bozzetti del ristorante Altromondo del 1923 e la vicenda che nel 1921 vide il movimento futurista riprendere vigore proprio all’indomani delle celebrazioni del sesto centenario dantesco.

bk-news
Perugia Capitale
  • La Galleria Fiaf Perugia indice un contest fotografico gratuito sul concept: “Selve oscure-Le rime della Divina Commedia in fotografia” aperto a tutti gli iscritti FIAF. Scadenza 14 settembre 2021


  • Strumento per rendere fruibile anche ai non vedenti una parte significativa del centro storico